Dai voce alla democrazia

  • Dai voce alla democrazia
  • Dai voce alla democrazia
  • Dai voce alla democrazia
Bookmark and Share

Riflettere criticamente sui concetti di democrazia, utopia e partecipazione. E al contempo prendere familiarità con gli approcci e le metodologie wiki. E’ questa la filosofia che presiede a Dai una Voce alla Democrazia, il progetto di alfabetizzazione digitale disegnato Biennale di DemocraziaCentro Nexa su Internet & Società del Politecnico di Torino (DAUIN)Wikimedia ItaliaCSP – Innovazione nelle ICTAssociazione Dschola in occasione dell’Edizione 2013 di Biennale.

Il tema

Il tema di Biennale Democrazia 2013 è l’utopia, intesa come il ruolo che il nostro impegno comune può avere nel ridefinire gli orizzonti della convivenza umana.

Utopia fa anche riferimento alla ricerca e dell’innovazione tecnologica che mettono al centro le persone, le relazioni tra di loro e con il mondo degli oggetti intelligenti, i loro nuovi bisogni sociali e culturali. Ciò richiede un nuovo rapporto tra i luoghi della fisicità e delle cose e i non-luoghi nel quale le stesse vengano elaborate, rappresentate, visualizzate. In tal senso il termine di utopia si arricchisce di significati nuovi e originali.

Il Progetto

Dai una Voce alla Democrazia

è un’iniziativa formativa pensata per le scuole secondarie superiori. Il format è semplice: gli studenti delle classi partecipanti, insieme ai loro docenti, scelgono una voce wikipedia collegata al tema dell’edizione 2013 di Biennale- le utopie, la partecipazione, il loro ruolo rispetto alla convivenza civile. E poi provvedono ad elaborare la entry prescelta attraverso ricerche, approfondimenti, confronto in classe.

Così, ad esito del percorso di editing, le classi partecipanti realizzano un processo di apprendimento “doppio”: da una parte riflettono ed elaborano conoscenza intorno al tema della democrazia, dall’altra familiarizzano con i linguaggi e le metodologie wiki. Come ulteriore esternalità, ad esito del loro lavoro gli studenti arricchiscono i commons digitali, rendendo alla collettività voci più ricche ed elaborate.

L’iniziativa sarà presentata alle scuole ed alla cittadinanza il prossimo 17 Gennaio, in un incontro pubblico presso l’Istituto Avogadro di Torino.

Destinatari

Il progetto è rivolto alle classi delle scuole secondarie superiori di ogni ordine e tipo. Ogni classe può partecipare con uno o più lemmi wikipedia a propria discrezione.

Come funziona

Dopo la scelta del lemma, ogni classe conduce in autonomia le attività di ricerca, discussione ed elaborazione dello stesso. Lungo tutto il processo, d’altra parte, gli studenti sono accompagnati dagli esperti di Wikimedia Italia e CSP, che forniscono loro supporto attraverso sessioni skype a cadenza settimanale ed un Google Group dedicato.

I lavori realizzati dai partecipanti saranno presentati durante una delle sessioni di Biennale.

Perché partecipare

Wikipedia, uno dei pilastri portanti del web sociale, è ormai riconosciuto come uno dei punti fermi della produzione e diffusione di informazioni e conoscenza, ponendosi di fatto come la principale enciclopedia del nostro tempo: collaborativa, collettiva, condivisa. Il concorso alla formulazione di uno o più lemmi su Wikipedia può rappresentare lo sbocco naturale di molti lavori di ricerca scolastici, con il duplice scopo di:

● aprire il risultato di un lavoro alla collettività, dando uno sbocco concreto e tangibile ad una
ricerca scolastica

● avvicinare studenti e docenti alle pratiche e le peculiarità editoriali 2.0 specifiche del mondo
Wikipedia.

D’altra parte, il progetto offre ai cittadini più giovani un’occasione per ragionare criticamente sul concetto di utopia e, più in generale, sul ruolo che l’impegno comune può avere nel ridefinire gli orizzonti della convivenza umana. Ed un occasione al contempo per partecipare costruttivamente al dialogo civico incarnato da Biennale di Democrazia.

Tempistiche

Per iscriversi al progetto è sufficiente aggiugnersi su questo modulo:  Dai una Voce alla Democrazia 

E’ possibile registrarsi fino al 31 Gennaio. La scadenza per la presentazione degli elaborati è il 31 Marzo 2013.

Per informazioni daiunavoceallademocrazia@gmail.com

Lascia un commento